Perché con il cashback si risparmia (e non poco)?

Il cashback è la nuova frontiera del risparmio. Lo sa benissimo chiunque abbia avuto l’occasione di partecipare al programma. Più avanti si va e più è possibile risparmiare. Perché le opportunità, in tal senso, sono davvero molte.

Perché non ci sono costi iniziali

Con il cashback si risparmia tanto in primis perché non ci sono costi di iscrizione per aderire all’iniziativa. Qualsiasi utente, dotato di uno dei metodi di pagamento consentiti per ottenere il rimborso, può inserire i propri dati nell’apposita piattaforma senza dover spendere neppure un euro.

Per partecipare al cashback, quindi, è fondamentale solo iscriversi e, poi, effettuare il pagamento da quella rispettiva piattaforma. Nulla di più e nulla di meno.

E già questo dovrebbe far prendere in considerazione l’idea, anche ai più scettici, di poter partecipare al programma di cashback.

Perché il rimborso può essere elevato

Il risparmio ‘vero’ lo si può vedere tranquillamente a fine mese. Perché, a differenza di quanto si possa pensare inizialmente, il cashback può essere elevato. Non stiamo parlando di pochi soldi o euro. Ma di una cifra molto importante. Perché il rimborso può arrivare anche al 20% o perfino il 30%.

E se, ad esempio, stai spendendo 100 euro per un prodotto, il rimborso di 30 euro non è esattamente una cosa da buttare. Anche se non fosse di 30 euro, ma di 10 euro, se fai quattro o cinque acquisti già stiamo parlando di una 50ina di euro. Insomma, non male come cifra.

È proprio questa la forza che fa attirare alla sua rete gli utenti: se lo si sfrutta una tantum, probabilmente potrebbe perfino non convenire più di tanto. Però, se poi uno ci pensa e ragiona, si possono fare acquisti in un determinato periodo di tempo e arrivare a risparmiare una bella somma.

Che, di questi tempi, può essere oro colato.

Perché il cashback non dipende dalle offerte che già ci sono

Le offerte, in alcuni casi, possono essere limitanti. Nel senso che possono essere circoscritte a un solo giorno o un determinato periodo dell’anno. Oppure che è necessario spendere una certa cifra per poter approfittare, appunto, dell’offerta.

Con il cashback, invece, il più delle volte non funziona così. Anzi. Una volta che ti sei iscritto sulla piattaforma, i negozi on line presenti fanno a gara per poter averti come cliente. Il cashback, quindi, può essere tranquillamente cumulabile con le offerte già presenti.

Per esemplificare, se un oggetto è in offerta a 70 euro e c’è un cashback del 10%, una cosa non esclude l’altra. Tu pagheresti comunque 70 euro ma, di ritorno, avresti 7 euro. Sfruttando, così, il doppio risparmio.

Quello dell’offerta e quello del cashback.

Perché il cashback non ‘aspetta’ giorni o mesi particolari

C’è anche un altro aspetto poco analizzato da chi parla di cashback. Si tratta del fatto che il cahback è perenne. Cioè non c’è un periodo particolare in cui puoi approfittarne e un altro in cui non puoi. Infatti, il cashback dura per sempre. O, almeno, un negozio on line che decide di affidarsi al cashback per incrementare le vendite non può essere legato a dei giorni o momenti particolari.

Nel senso che, comunque, un conto è offrire un cashback più ‘forte’ in certi momenti dell’anno e un altro è praticamente azzerarlo. Ci spieghiamo meglio: prendi, ad esempio, il Black Friday, cioè l’ultimo venerdì del mese di novembre in cui ci sono tanti sconti che impazzano. Una volta finito il periodo, gli sconti terminano e, alla fine, si torna poi al prezzo di partenza.

Invece, con il cashback – salvo casi particolari – non si corre minimamente questo rischio perché, comunque, è perenne, tutti gli anni. Ecco, questo è un vantaggio da dover tenere in considerazione.

Se si rompe un oggetto e devi comprarlo con urgenza, con il cashback non hai l’assillo di dover aspettare. Ma hai la libertà di poterlo comprare in libertà.

Ampia possibilità di scelta

Concludiamo con un aspetto che, solo in apparenza, non fa risparmiare. Perché lo fa fare indirettamente. Nel senso che i portali di un certo livello hanno all’interno così tanti negozi che in un attimo è possibile trovare l’offerta giusta.

Significa che non solo è possibile trovare il prodotto esattamente come lo volevi. Ma anche riuscire a trovarlo alle migliori condizioni. Senza neppure perdere troppo tempo sui motori di ricerca. Il grosso del lavoro viene fatto a monte dalle piattaforme e, quindi, guadagni sia il tempo che il denaro.

Un binomio perfetto, insomma, che testimonia, qualora ce ne fosse ancora bisogno, di come il cashback è una frontiera del risparmio da tenere fortemente in considerazione. Prima che, magari, si possa inflazionare e perdere tutti i vantaggi di un settore che, al momento, pare essere ancora di nicchia.

In ogni caso, per approfondimenti sul mondo del cashback puoi consultare: https://it.bestshopping.com/

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*