Metano o GPL quale è più performante? Quale costa meno?

scegliere tra gpl e metano

L’acquisto di auto a GPL e a metano negli ultimi anni ha subito una forte impennata per diversi motivi. Essendo queste ultime più ecologiche di quelle a Diesel, vengono acquistate da numerosi automobilisti che percorrono molti chilometri al giorno per salvaguardare in parte l’ambiente. Le macchine con questo tipo di carburante, possono attraversare la maggior parte (se non tutte) le zone a traffico limitato delle grandi città o dei centri storici poiché i veicoli a gas non devono sottostare a nessun limite di circolazione.

Vediamo nel dettaglio quali sono le differenze e quale tipo di alimentazione è il migliore tra metano e GPL.

 

Le differenze tra macchine a GPL e macchine a Metano

 

Per capire qual è più conveniente e qual è più performante tra i due, cerchiamo di analizzare le differenze che intercorrono tra questi due tipi di alimentazione. Il GPL (Gas di Petroli Liquefatti) è costituito da un composto di butano e propano che, essendo dei derivati della raffinazione del petrolio, inquinano meno rispetto alla benzina e al diesel, ma non rispetto al metano.

Quest’ultimo infatti, è un tipo di carburante che viene estratto direttamente da pozzi naturali; oltre a rilasciare pochissime sostanze nocive, è molto leggero e si disperde facilmente nell’ambiente. Queste caratteristiche rendono il metano più ecologico e meno inquinante del GPL ma decisamente meno performante dato che le automobili che sono alimentate da questo combustibile, perdono molta più potenza rispetto a quelle alimentate a GPL.

In definitiva possiamo dire che le auto alimentate a GPL emettono circa il 10% in meno di anidride carbonica nell’aria rispetto ai veicoli alimentati a benzina, mentre quelle a metano addirittura il 20% in meno, ma sono decisamente meno performanti.

 

Costi degli impianti

 

Il metano è leggermente più caro rispetto al GPL ma consuma meno. Il GPL invece è più economico ma, essendo un derivato del petrolio, risulta meno efficiente rispetto alla benzina e di conseguenza si consuma più in fretta del metano. Questi tipi di serbatoi inoltre, offrono un’autonomia di circa 400km con un pieno, mentre un’auto a diesel può arrivare a coprire anche più del doppio della distanza coperta da un veicolo alimentato a GPL.

 

I veicoli che vengono venduti con impianti a GPL o a metano sono sempre di più, anche se è possibile installare questi impianti su un veicolo anche in un secondo momento recandosi in un centro specializzato. In particolare, l’impianto GPL ha un costo che parte da circa 500 euro e può arrivare anche a 1500. L’impianto a metano invece è molto più costoso, con un prezzo che parte dai 1000 euro e può raggiungere anche i 2000.

 

Manutenzione degli impianti

 

Per quanto riguarda la manutenzione di questi tipi di impianti, il GPL richiede dei costi decisamente più alti rispetto ai propulsori alimentati a gasolio o a benzina. La revisione delle bombole invece è più conveniente se fatta su impianti a gas dato che quelle per il metano devono essere revisionate ogni 4 anni mentre quelle per il GPL ogni 10.

 

Quale conviene economicamente?

 

Dal punto di vista economico, i veicoli a metano costano più di quelli a GPL ma consumano meno rispetto a questi ultimi che sono più economici ma posseggono un consumo maggiore. Per questi veicoli purtroppo non è possibile usufruire del self service anche se per il GPL esistono molte più stazioni sparse per il paese rispetto a quelle per il metano. Entrambi i tipi di alimentazione però possono usufruire di diversi incentivi fiscali come l’esenzione dal bollo per diversi anni in alcune regioni.

 

Quale scegliere?

 

Pertanto, la scelta tra veicoli a metano e GPL può dipendere da molti fattori ma, il fattore principale oltre a quello economico, è sicuramente la presenza di distributori di gas/metano situati vicino ai punti di interesse del conducente.

Infine, il metano inquina meno, ma come sottolineato prima, le sue prestazioni sono più deboli del GPL che ha comunque meno potenza del metano. Quindi, se si possiede una guida più “sportiva”, è meglio convergere su un veicolo a GPL, tuttavia se si percorrono 20-30 mila km ogni anno, la scelta migliore è prendere un veicolo a metano.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*