Come scegliere un valido commercialista online

scegliere un valido commercialista online

Aprire una propria attività, redarre un corretto bilancio, analizzare i rischi e i costi per investimenti. Per tutte queste attività, e molte altre, la soluzione più pratica risulta quella di trovare un valido commercialista, al quale poter affidare le questioni burocratiche più spinose e al quale potersi rivolgere per ogni dubbio. Ma come è possibile scegliere quello giusto, in un mondo in cui le ricerche avvengono sempre più online?

L’uso di un motore di ricerca all’inizio non sembra fornire risultati efficaci, spesso esso fornisce link fuorvianti quali siti non protetti o negozi online in cui vengono venduti software per l’autogestione contabile. Esclusi questi risultati, però, potranno talvolta capitare anche siti di commercialisti in proprio o di studi consociati, capaci a seconda delle esigenze di poter offrire le proprie consulenze anche online. La maniera per verificare la veridicità di questi siti, per distinguerli da quelli meno sicuri, si sviluppa secondo due semplici dati che devono essere tassativamente reperibili nel sito del commercialista di interesse

  • La partita IVA dello studio o del commercialista
  • Il nome e il cognome del commercialista o del titolare dello studio consociato

Qualora questi dati non siano disponibili, non vi può essere grafica accattivante o parole al miele capaci di convincere altrimenti: un vero commercialista non nasconderebbe mai queste informazioni, né avrebbe motivo per farlo. Trovato un sito abbastanza affidabile da offrire questi due dati, sarà possibile controllare in poche semplici mosse l’autenticità del possibile commercialista, rimanendo comodamente seduti a casa propria.

Controllare la partita IVA

Come verificare se quel numero a undici cifre è vero o inventato di sana pianta? La verifica della partita IVA del commercialista passa dalla Agenzia delle Entrate, il cui sito offre un sistema di verifica immediato e gratuito al seguente link https://telematici.agenziaentrate.gov.it/VerificaPIVA/Scegli.do?parameter=verificaPiva . Una volta inserito il codice univoco a undici cifre trovato, e convalidatolo con il codice di sicurezza antibot, l’utente ha modo di visionare un riepilogo sommario sull’intestatario dell’attività, principalmente nome, cognome e data di inizio attività. Qualora il nome presente sul sito non corrisponda a quello del sito, è chiaro che la partita IVA è stata usata per cercare di mascherare un’attività non regolare, in caso contrario si sarà fatto un passo avanti nel trovare l’esperto giusto. Questo tipo di controllo presenta un vantaggio aggiuntivo da non sottovalutare, dato che la data di inizio dell’attività offre da subito un’indicazione dell’esperienza maturata dal possibile commercialista.

Verificare il nominativo

Fin troppi sono i commercialisti non regolarmente registrati, la cui attività non è legale ma viene spacciata per tale, dopotutto è semplice aggiungere una dicitura davanti al proprio nome. La verifica della regolare iscrizione del commercialista è una forma di precauzione importante quanto quella della partita IVA, tanto necessaria quanto però semplice da ottenere. Per questo controllo infatti, l’utente deve solo rivolgersi al sito del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, dove potrà inserire il nominativo del commercialista presso il seguente link http://www.cndcec.it/Portal/AnagraficheCM/Ricerca.aspx ottenendo di fatto un rapido riscontro circa la regolare attività del potenziale nuovo commercialista. Questo sito svolge le funzioni dell’albo reperibile presso ogni comune, ma con il vantaggio di non doversi recare fisicamente a controllarlo. Qualora il commercialista sia regolarmente registrato e la sua partita IVA autentica, l’utente potrà contattare in relativa sicurezza il numero del sito e mettersi in contatto con il commercialista per valutare una collaborazione, forte della validità dell’esperto.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*