Vacanze in Sicilia…una guida per conoscerla meglio

Vacanze in Sicilia

La Sicilia è una terra di tradizioni antiche e di bellezze straordinarie che non manca di stupire gli occhi di chi ha la fortuna di visitarla. Trattandosi di un luogo magico, sottoposto alla dominazione di diversi popoli, dai Greci agli Arabi, che hanno contribuito ad incrementarne la magnificenza, la Trinacria merita di essere la destinazione primaria di un viaggio.
Le vacanze in Sicilia costituiscono l’ottimo compromesso per andare incontro a tutte le esigenze perché il territorio è così vasto e variegato da potere soddisfare perfettamente tutti i gusti. La città di Palermo, in particolare, rappresenta veramente una gemma rara sotto tutti i profili, naturalistici, architettonici, artistici e gastronomici.
Da un punto di vista naturalistico, la spiaggia di Mondello rappresenta un perfetto esempio di commistione tra ambiente e turismo in un equilibrio totale che viene vissuto dai villeggianti nella maniera più intensa. Non si tratta semplicemente di una spiaggia trendy, in cui è possibile sorseggiare un cocktail fresco al calar del sole, ma rappresenta anche un luogo in cui godere appieno il mare, praticando sport, come il kitesurf, oppure rilassandosi da soli o in compagnia: le vacanze a Palermo sono sinonimo di mare mozzafiato.
Con riferimento alle attrazioni architettoniche, tutte le città della regione si presentano come un insieme di stili, determinati dal passaggio di diversi influssi che nel corso degli anni hanno conferito un’impronta unica nelle città. Da non perdere, con riferimento alla città di Palermo, sono certamente i siti UNESCO, ossia i beni individuati come patrimonio dell’umanità, primo tra tutti il Palazzo dei Normanni, sede dell’Assemblea regionale siciliana, un palazzo dal passato glorioso che si propone ai visitatori in una veste elegante e ad effetto. Di pregio inoltre l’architettura religiosa, con la chiesa di San Giovanni degli Eremiti, con le caratteristiche cupole rosse o la Cattedrale metropolitana della Santa Vergine Maria Assunta, sede vescovile e dell’arcidiocesi, un edificio che si caratterizza per le forme arabeggianti.
Le vacanze a Palermo fanno rima anche con archeologia, in quanto la città, fondata dai Fenici ,presenta ancora le tracce di una necropoli e, in memoria del periodo Romano, presenta le due domus di Villa Bonanno, perfettamente conservate, nei pressi di Palazzo dei Normanni, e le catacombe sotterranee di Porta d’Ossuna, del periodo cristiano.
Un viaggio a Palermo non può certamente prescindere dalle prelibatezze offerte dal territorio, tradizionalmente sintesi di differenti correnti dalle quali nascono succulenti creazioni. I prodotti della terra vengono preparati con i frutti del mare, con pesce freschissimo venduto sui caratteristici banchi dei mercati, tra i quali il famoso mercato di Ballarò. Le ricette degli chef locali ricevono una diretta influenza dei Paesi magrebini, con i quali sono legati da una comunanza di mare. Eccelsi i dolci, dai tipici cannoli, sino alla cassata, in un trionfo di frutta candita con le tecniche più antiche.
La città di Palermo è facilmente raggiungibile, attraverso collegamenti nazionali ed internazionali, con l’aeroporto di Punta Raisi, che dista soli 20 km dal centro, inoltre è raggiunta dalle linee delle Ferrovie dello Stato e da un collegamento navale con la Francia, la Spagna e, ovviamente altri importanti porti d’Italia, quali Genova, Civitavecchia e Salerno.
Il clima è generalmente mite gran parte dell’anno, facendone la destinazione ideale per ogni periodo di tempo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*