Sport e crescita dei bambini: perché è importante

Molti genitori, negli ultimi anni, stanno prendendo coscienza dell’importanza per i bambini di praticare uno sport. Complici i pediatri che ne consigliano la pratica già dai 5 anni in poi e un’alimentazione non sempre corretta che favorisce il sovrappeso, lo sport è divenuto molto importante.

Quali benefici apporta

L’attività fisica aiuta i bambini sotto molti punti di vista. L’aspetto relazionale assume un ruolo importante nella vita di un ragazzino, che si sente parte di un team affiatato e spinto dagli stessi ideali. Sentirsi accettato in un determinato ambiente, avere un ruolo in squadra e prendere coscienza di “saper fare” qualcosa, favorisce l’autostima e dunque una crescita più sana dal punto di vista psicologico. Da non trascurare è l’insegnamento che gli viene dato al rispetto delle regole. Regole di gioco e di comportamento che lo aiuteranno ad inserirsi bene in qualunque contesto sociale.

Da un punto di vista psicologico, lo sport praticato fin da piccoli aiuta ad affrontare nel modo giusto le sfide della vita e le competizioni che la società impone. Serve ad accettare le sconfitte che inevitabilmente ci saranno e a credere che lavorando in modo duro e costante, si potranno ottenere grandi risultati.

Sport sì, ma sempre nel rispetto della sua personalità

L’errore in cui può incorrere un genitore è quello di scegliere uno sport per il proprio figlio senza considerare la sua personalità. Come ogni attività che lo riguarda, la scelta deve ricadere su un’attività che non lo mortifichi, ma metta in risalto le sue doti e capacità.

Se, ad esempio, i genitori si accorgono che il bambino è insicuro e ha bisogno di conferme sulla sua personalità, possono scegliere sport individuali come il nuoto, la scherma o il judo. Se ha necessità di interagire con gli altri sarà più adatta una disciplina di gruppo come la palla a volo, il basket o il calcetto. Le possibilità sono davvero tante oggi, e un genitore attento può e deve fare luna scelta mirata, che apporti davvero un beneficio nella vita di suo figlio.

Non vi sarebbe nulla di male se dopo aver praticato uno sport per un intero anno, ci si accorgesse che non è stata una scelta adatta e si scegliesse per il prossimo anno un’attività più adeguata. Non dimentichiamo che sebbene importante, l’attività sportiva non deve mai diventare un obbligo da adempiere, che porterebbe conseguenze negative come la frustrazione o il completo rifiuto. Il piacere di praticare quello sport, di incontrarsi con gli amici e di collaborare con il mister deve essere sempre piacevole e avere, oltre a scopi di allenamento, anche finalità ludiche.

Benefici a 360°

Un’attività fisica, adeguata all’età, è necessaria ad uno sviluppo fisico armonioso. Lo sport aiuta a mantenere il corpo del bambino in forma e a rafforzare le ossa.

Sappiamo che oggi l’obesità colpisce una buona percentuale di ragazzini che trovano nel cibo un rifugio da problemi familiari, solitudine depressioni precoci. Avere uno sport che li appassiona li aiuta a canalizzare eventuali ansie e forme di stress.

Il movimento, dunque, è importante per uno sviluppo psico-fisico armonioso. Lo sport li aiuta ad imparare valori fondamentali della vita come la solidarietà e l’amicizia, l’autodisciplina e il rispetto, il senso del sacrificio e del lavoro e a mantenere un corpo sano.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*