Esami del Sangue? Ecco come superare la Paura del Prelievo Venoso

Esami del Sangue

Il prelievo di sangue è uno tra gli esami più importanti per scoprire il nostro stato di salute ma sono molte le persone che hanno una vera e propria paura quando arriva il momento di effettuarlo, magari per un controllo medico.

Questa paura può essere legata a diversi fattori: fobia degli aghi, fobia del sangue o magari un precedente prelievo che ci ha provocato del dolore.

Ma come abbiamo detto il prelievo venoso è molto importante ed è necessario superare questo tipo di paura, semplicemente mettendo in pratica dei piccoli consigli. Vediamoli insieme.

 

Individuare le Nostre Paure

Prima di ogni altra cosa sarà importante riuscire a capire cosa ci mette quella brutta sensazione di ansia al momento del prelievo.

È paura del sangue, paura del dolore che potremmo provare al momento del prelievo, o ancora paura e ansia per i risultati di questo esame? Quando riusciremo davvero a riconoscere quale sia la causa di questo senso di agitazione, potremo lavorare su quella paura per riuscire a superarla.

Qualora non riuscissimo a scoprirlo in maniera autonoma, potremmo anche valutare di rivolgerci ad un esperto che ci aiuterà professionalmente a scoprirne le ragioni.

 

Paura del Sangue

Sicuramente la paura del sangue è una delle fobie più diffuse al momento del prelievo venoso.  In termini tecnici prende il nome di “emofobia” ed è da ricondurre a traumi infantili ed adolescenziali, ma potrebbe anche trattarsi di una fobia ereditaria.

Questo tipo di paura porta moltissimi individui ad avere manifestazioni di svenimento, prima o durante il prelievo, anche solo per il pensiero di dover guardare del sangue.

In realtà però si tratta di un problema facilmente raggirabile ma sarà necessario comunicarlo al personale medico prima di effettuare il prelievo. In questo modo l’infermiere di turno cercherà di distrarvi e di farvi mettere in una posizione più comoda in caso di svenimento e a voi invece basterà girare la testa per non guardare l’ago o il sangue e magari provare a pensare a qualcosa di positivo.

 

La Paura del Dolore

La paura del dolore è ovviamente direttamente proporzionale alla soglia di dolore individuale ma può essere collegata anche ad un trauma passato.

Sicuramente può essere d’aiuto sapere che gli aghi utilizzati per il prelievo venoso sono davvero sottilissimi e che il personale medico addetto, grazie all’esperienza acquisita durante gli anni di lavoro, utilizza tecniche delicate e poco invasive.

Quindi basterà cercare di rilassarsi il più possibile, provare a pensare ad altro e nel giro di pochi secondi il dolore che potreste provare finirà immediatamente. Anche in questo caso è importante comunque comunicare al personale la vostra fobia per il dolore, in modo da permettere loro di avere maggiori accortezze nei vostri confronti.

 

I Risultati dell’Esame

I prelievi venosi vengono effettuati per monitorare il nostro stato di salute e possono essere eseguiti come esame di routine o per problemi specifici. Una volta effettuato il prelievo, sarà poi compito dell’Ospedale (o della Clinica) utilizzare la giusta strumentazione per laboratorio (come centrifughe o microscopi).

Qualora la vostra paura fosse collegata al risultato del prelievo effettuato, il consiglio è quello di non soffermarvi a ricercare risposte cercando su internet perché potrebbe solo aumentare il vostro stato di angoscia.

Potreste invece parlarne con il vostro medico di famiglia ed in ogni caso è sempre meglio effettuare questi controlli in maniera regolare per poter intervenire tempestivamente in caso di problemi più o meno gravi.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*