Cucina vegana: imparare a cucinare con un corso

Che sia per la volontà di cambiare la propria dieta con una più sana, o per le preoccupazioni ambientali legate agli allevamenti intensivi, o per questioni etiche, ogni anno migliaia di italiani stanno scegliendo di diventare vegani. Molti abbandonano perché il nuovo regime alimentare è difficile da seguire o perché tentati dai sapori della cucina alla quale sono stati abituati finora; certamente la transizione sarebbe più semplice se la nuova scelta non facesse loro rimpiangere lo stato precedente delle cose!

Se sei un novello vegano, destabilizzato dallo shock del tuo nuovo modello dietetico, in questo articolo ti spiegherò come sono riuscito io a non guardarmi più indietro, e perché affidarti alle ricette trovate su internet può non essere una buona scelta. E drizzino le orecchie anche gli aspiranti chef! Il trend parla chiaro.

La domanda legata a queste nuove necessità dietetiche cresce rapidamente, molto più di quanto non le si riesca a stare dietro, e se vuoi aprire nuove porte alla tua futura carriera professionale faresti meglio ad iniziare ad esplorare anche questo ambito.

“E che ci vuole?” si potrebbe pensare, “mi basterà cercare su internet le ricette vegane e metterle in pratica”. Come spesso accade in questo mondo, la verità è che è più complicato di come sembra. I bravi cuochi si affidano alle ricette, ma solo fino a un certo punto.

Sono certamente importanti come base da cui partire, ma chi fa affidamento solo su formule strettamente codificate perde ciò che è veramente importante. Le carote sono più o meno dolci, più o meno tenere? Lo zenzero è molto forte e dovrei usarne di meno, o troppo delicato rispetto alla quantità specificata?

Cucinando insieme agli amici mi sono reso conto di una cosa: i bravi cuochi, spesso persone che hanno ricevuto un qualche tipo di insegnamento, sanno adattarsi alle situazioni e utilizzare gli ingredienti a disposizione per costruire piatti sempre coerenti; chi invece non aveva queste skill e seguiva pedissequamente le ricette, arrivava spesso a risultati disastrosi, e dava la colpa o alle ricette stesse, o a una presunta inabilità naturale. La verità è che dovevano solo imparare il come e il quando utilizzare determinati ingredienti.

Giunto a questa consapevolezza, quando presi anche io l’ardua scelta di diventare vegano, scelsi subito di alleggerire questo pesante cambiamento cercando un corso di cucina vegana.

Essendo io del quartiere Alessandrino di Roma, mi iscrissi a uno dei corsi di fusolab.net, e col senno di poi posso affermare che questa scelta rese le fasi iniziali del mio percorso (che a detta di tutti dovrebbero essere le più difficili) incredibilmente piacevoli. Ancora adesso molte delle loro ricette sono la mia prima scelta quando ho ospiti a casa, e non faccio mai brutta figura!

Perciò se anche tu ti vuoi cimentare nell’arte della cucina vegana, ti consiglio, ovunque ti trovi, di cercare un corso vicino a casa tua che tratti questo tema. Se gli insegnanti saranno bravi come lo è stata la mia, ti insegneranno a preparare piatti sani, gustosi e belli in maniera autonoma, e ti daranno la preparazione giusta per le variazioni sul tema delle ricette viste a lezione. Fidati, non te ne pentirai!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*