Ristrutturare con il microcemento

Microcemento

Il microcemento è la soluzione ideale per effettuare interventi di ristrutturazione complessi e renderli molto più semplici, convenienti dal punto di vista economico e veloci. Infatti questo materiale naturale a base cementizia si può posare su qualunque supporto e superficie per creare rivestimenti di grande valore estetico e davvero funzionali.

Proprio per le sue caratteristiche, l’applicazione del microcemento per ristrutturazioni e rinnovi ambientali non necessita di operai specializzati per demolizioni delle strutture preesistenti. Al tempo stesso non ci sono macerie da smaltire che allungano i tempi di intervento e di siti specializzati.

In secondo luogo questi rivestimenti sono impermeabili, quindi il microcemento può essere applicato anche in ambienti con un alto tasso di umidità (cucine e bagni) oppure esterni. In secondo luogo si può personalizzare a piacere il risultato finale in base alle proprie esigenze.

Ristrutturare il bagno e la cucina con il microcemento

Per ristrutturare il bagno e la cucina il microcemento consente di avere risultati a regola d’arte e di grande valore. Il materiale può essere applicato sia sui sanitari e sugli arredi che sulle pavimentazioni. Ad esempio è possibile trasformare il pavimento in piastrelle in un rivestimento a superficie continua, impermeabile e che non si macchia neppure se entra in contatto con caffè, vino oppure olio.

Il microcemento consente anche di rinnovare le antiquate vasche da bagno e le vecchie cucine in muratura, rendendole moderne e attuali senza doverle sostituire. Questo intervento è possibile grazie al fatto che il materiale applicato presenta uno spessore di soli 3 mm: di conseguenza si adatta perfettamente anche ai mobili e al camino.

Quando si applica il microcemento a pavimento con una spatola (su piastrelle di gres porcellanato, cemento, ceramica o mosaico) si ottiene un rivestimento a superficie continua in orizzontale e in verticale. Inoltre il materiale a base cementizia può essere posato anche sul box doccia e sulla vasca da bagno. Per poter avere un risultato migliore dal punto di vista prestazionale è bene optare per un piano idrorepellente e antimacchia. Invece nelle cucine molto spesso si decide di intervenire sui pensili, sulle pareti aderenti al piano e sul top cucina. In questo modo si realizza una soluzione d’insieme di grande valore.

La personalizzazione dei risultati

Il microcemento permette una notevole personalizzazione dei rivestimenti per quanto riguarda il colore, la texture e l’effetto estetico. Ad esempio si può realizzare un effetto spatolato dai colori neutri per migliorare l’eleganza finale oppure uno molto ruvido per riprendere le caratteristiche del top. Invece è meglio fare una carteggiatura finale quando il microcemento è steso sui sanitari o sugli arredi. Lo stesso vale per le applicazioni decorative, che coprono un’ampia gamma di soluzioni. In commercio si trovano prodotti realizzati e messi in vendita da varie ditte. La linea DecorStyle di Tecsit System si caratterizza per garantire variazioni di intensità e sfumature.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*